La psicologia del font

Si, però in Helvetica. Conoscete tutti quella pagina social in cui si scrivono cose cattive e un po’ crudeli ma nel font più amato del pianeta, vero? Oggi esploriamo i font, la psicologia a loro legata e perché un equipe di psicologi ha creato un font adatto alla memorizzazione! 

Read more: La psicologia del font

Font delle mie brame

Scegliere il font adatto per i progetti su cui si sta lavorando è fondamentale, ma non sempre si rivela semplice. Ci sono diverse categorie di font ed ognuna tende a trasmettere determinate sensazioni, rendendo importante finanche studiare il tipo di scrittura che si vuole usare per i propri contenuti. 

Un impegno non indifferente, per questo ci siamo noi a fare un po’ di chiarezza: 

Serif
“Caratteri con le grazie”, atti a trasmettere senso di affidabilità ed eleganza. Permettono di instaurare un rapporto di fiducia con il lettore nonostante sul web possano generare confusione. 

Sans Serif
“Caratteri senza grazie”, meno tradizionali e utilizzati per questo sul web per l’efficacia e la chiarezza nel trasmettere messaggi privi di confusione. 

Script o calligrafici
Caratteri che simulano la calligrafia a mano, dando l’idea di una scrittura sofisticata e leggendaria.

Display
Vintage vibes per questi caratteri, che risultano ideali per suscitare nostalgia e permettere un tuffo nel passato. 

Moderni
I caratteri più moderni vengono percepiti come alla moda e futuristici. L’utilizzo di questa categoria vuole trasmettere l’idea del movimento, della dinamicità e della contemporaneità.

Archiviate le categorie più generali, possiamo passare a quelle scienze che si occupano di studiare i font e le emozioni che essi suscitano, così da rendere più semplice non solo la scelta del font ma anche la comprensione di cosa un brand voglia comunicare attraverso questa scelta. 

Le neuroscienze, i font e la calligrafia 

Sapete cos’è la grafologia? La grafologia (dal greco γραφή) è una tecnica che presume di dedurre alcune caratteristiche psicologiche di un individuo attraverso l’analisi della sua grafia. Essa non ha valenza scientifica ma da tempo immemore viene utilizzata per cercare di comprendere gli individui che hanno lasciato tracce del loro passaggio in forma scritta. Il tentativo di dare alla forma delle parole scritte una valenza emozionale e psicologica è insito nell’essere umano da molti secoli e ovviamente i font con cui comunichiamo oggi nel mondo digitale non potevano esimersi da questa antica tradizione. 

Se quindi di recente sono state pubblicate diverse infografiche dalla Natinal Pen Company che spiegherebbero le più di 5.000 personalità ritrovabili nella calligrafia, anche le neuroscienze si sono applicate passando dallo studio della calligrafia a quello dei font. 

A questo proposito parliamo di Neuromarketing, il quale studia i processi inconsapevoli che influiscono sulle decisioni di acquisto e il coinvolgimento emotivo con un brand da parte del cliente. Esso, insieme alla psicologia cognitiva ha approfondito come i diversi font abbiano diversi significati psicologici e contribuiscano a comunicare al cliente un aspetto del brand che si vuole mettere in risalto anche attraverso l’utilizzo consapevole dei font. 

Ad esempio, uno studio sui font in corsivo ha dimostrato che una semplice inclinazione delle lettere può aumentare a livello non conscio l’urgenza di reagire ad una determinata “call to action”. Un carattere “rotondo” è percepito come amichevole, mentre uno con linee dritte o angoli dimostra autorevolezza, quelli che riproducono la grafia trasmettono familiarità.

Si è così scoperto che il font Times New Roman aumenta la sensazione di ironia e divertimento di un testo comico, mentre l’Arial l’attenua. Altre ricerche hanno invece dimostrato una correlazione tra estetica del carattere e aumento del pensiero creativo dei lettori.

Quindi, quale scelgo? 

Non abbiamo di certo la ricetta perfetta, ma possiamo assicurarvi che sarà fondamentale scegliere adeguatamente il font in base ai propri obiettivi e al prodotto digitale che state creando. Il carattere – un po’ come tutto il comparto grafico e contenutistico del prodotto digitale – dovrà essere coerente con i vostri desiderata e capace di trasmettere esattamente quelle sensazioni ed emozioni che vorreste provare come utente del vostro sito web. 

Leggi anche: Cinque tendenze di web design per il 2024 

Table of Contents

Related Posts

Visnovo
Visnovo

Visnovo: come lavoriamo?

Visnovo: il tuo compagno di viaggio nel digitale! Dal primo contatto alla chiusura dei lavori, seguiamo una pipe line chiara per trasformare la tua visione in una solida presenza online.

Read More